BINF FASHION SHOW : NEW FASHION’S TALENTS

pubblicato in: Milano Fashion Week | 0

La settimana della moda va analizzata sotto due aspetti: il primo riguarda le sfilate dei “brand” più importanti e il secondo è legato ad un susseguirsi di nuove tendenze, i cui promotori sono gli stilisti emergenti.
Chi dedica particolare attenzione ai giovani talenti e’ senz’altro il BINF ( Business in Fashion), il primo ed unico social network dedicato alla moda dove, i professionisti del settore, attraverso una diretta interazione
con gli iscritti, possono ampliare il proprio business. Definito anche un vero e proprio “talent scout”, il BINF offre ai giovani creativi di talento l’opportunità di esibire le proprie creazioni in
fashion show organizzati e selezionati. L’ultimo evento è stato organizzato presso “La Banque”, in onore della Milano Fashion Week 2012/2013, durante cui cinque stilisti di talento
hanno incantato gli sguardi di numerosi esperti del settore lì presenti. Compresi i nostri.
Il primo a sfilare è stato il marchio “Hebe Bejeweled Collection” che propone abiti semplici e raffinati, valorizzati da gioielli in oro, bronzo e argento e dagli accostamenti cromatici dei tessuti.
Forme fluide avvolgono le figure che si dispiegano in morbidi drappeggi dai colori del cipria, nero, verde militare, turchese, con dettagli in pizzo, ricami a intagli e riflessi metal-chic.
« di 2 »
Di impronta romantica e da “red carpet” sono invece gli abiti di Zibilla Atelier, che gioca su tessuti leggeri come la georgette, la viscosa e il cady di seta, facilitando
la vestibilità degli abiti che cadono perfettamente sui corpi delle modelle. Drappeggiati in un unico lato, con scollature vertiginose sul davanti, o con morbidi volant
a strascico sulla parte posteriore, gli abiti di Zibilla raccontano il fascino del romanticismo, con tagli semplici e raffinati, sperimentando cromatismi
sulle sfumature del pastello, adatti a chi vuole osare ad un cocktail party o ad un evento moda.
« di 4 »
Le donne che invece vogliono optare per dei capi più “easy” sceglieranno di esaltare il loro look con la
collezione di gioielli di Loft 54 adatta, invece, per sorseggiare un caffè, tipicamente americano, nei loft della Grande Mela.
Le maxi collane gioiello, cucite in stoffa o annodate posteriormente con un fiocco, proprio per il loro design sono infatti ideali per una giornata di shopping con le amiche a Manhattan.

 

« di 2 »
Colori dark, invece, per lo stilista messicano Jose Isaias che esalta la sensualità del corpo femminile mixando tessuti leggeri con vera pelle.
Sfilano abiti lunghi bicolor che cadono morbidi sul corpo e gonne da gitana ricoperte da tessuto a rete abbinate anche
qui con maglie dal taglio “basic”, in tinta più chiara della gonna, sulle quali compare il volto dell’animale che c’è in noi, simbolo della nostra personalità.
Ricerca e ritorno al passato sono i temi di riferimento di Donas, giovane stilista bermagasca, che fa della Venezia del 1700 la sua principale fonte d’ispirazione.
Realizza capi versatili, dalle nuance del bianco, del nero, del rosso e del grigio che ripropongono, in chiave moderna, la tradizione veneziana del Roccocò:
chemisier in cotone annodate in vita da nastri, pantaloni con orlo al ginocchio, felpe in pizzo, fantasie a righe orizzontali che richiamano le strisce da
“gondoliere”, abbinate a semplici jabot e annodati anch’essi al collo con un nastro. Il tutto accostato a corsetti destrutturati, gonne “midi”
(di mezza misura), drappeggiate ai lati come le antiche gonne con crinolina “a coude” e ad un’accurata rivisitazione della bauta-costume, tipica maschera veneziana del’700.
« di 2 »

 

Lascia una risposta

AlphaOmega Captcha Artistica  –  Name the Artist