CHANEL La Modernité de l’Antiquité

pubblicato in: Trend, Wardrobe | 0
La Cruise Collection 2018 di Chanel, “La Modernité de l’Antiquité”, è l’omaggio di Karl Lagerfeld all’Antica Grecia.
Lo stesso invito lasciava presagire il tema della collezione: sfumature bianche e grigie del biglietto, che presenta una statua greco-romana di Venere sul fronte.
La statua in questione apparteneva a Gabrielle Chanel e si trova tuttora al suo appartamento in Rue Cambon.
Tra colonne, ulivi e rovine, la Galerie Courbe del Grand Palais si è trasformata in un vero e proprio Tempio greco,
somigliante in tutto e per tutto a quello di Poseidone a Capo Sounion.
Abiti peplum, tuniche monospalla, drappeggi, corone dorate; le modelle, moderne vestali,
abbigliate per il giorno con mini abiti in tweed o di lana ecru adornati con disegni di greche,
o con giacche in tweed nei toni caldi che vanno dal caramello al rame, con i celebri bottoni dorati.
Con pantaloni e gonne in seta e chiffon, ricamati con foglie d’acanto, quasi impalpabili con quel accenno di plissettatura.
Poi, abiti a colonna, leggeri e fluidi, bianchi e intarsiati d’oro, i cui motivi geometrici dei disegni ricordano antichi vasi greci.
Non potevano ovviamente mancare i costumi da bagno, con una vaga ispirazione agli anni ’60:
modelli interi e due pezzi abbinati a lunghi ed ampi kaftani minuziosamente decorati.
Per le calzature, sandali alla schiava e tacchi a forma di colonna in colori accesi.
Presenza fondamentale anche gli accessori: bracciali, coroncine e cerchietti per capelli, il tutto in oro.
E ancora, enormi occhiali da sole resi preziosi dalla montatura dorata, clutch matellassè e borse in pelle plissettata e ricamata.
L’intera gamma di colori della collezione, riprende ovviamente scenari e paesaggi dell’Antica Grecia:
dal blu intenso al polveroso azzurro, ai toni caldi e suadenti del marrone, caramello e ruggine,
passando per il bianco intarsiato d’oro fino alle gradazioni romantiche (e più moderne) del rosa.
“Attraverso la moda esprimo una mia fascinazione, che è tale dall’infanzia.
Il primo libro che ho letto è stato quello di Omero”, Lagerfeld spiega durante un’intervista.
E infatti le modelle incarnano perfettamente le eroine omeriche, perfetto omaggio al poeta, autore dell’Iliade e dell’Odissea.
Le tendenze per il 2018 sono quindi già chiare; nelle prossime collezioni avremo come temi principali:
il viaggio, l’incontro tra civiltà diverse,l’unione tra passato e presente e la volontà di “riportare in vita” figure storiche di spessore, sia estetico che culturale.
In particolare per la stagione primavera/estate 2018 avremo un’estetica tutta nuova, romantica e glamour ma anche esotica che, esplora l’eredità del passato.
Colori intensi che raccontano una lussuosa decadenza, la storia che si fonde con la rigorosa modernità con stampe audaci combinate a motivi geometrici che si ispirano agli anni ’70, stampe floreali e tropicali su capi morbidi, fluidi, impalpabili, arricchiti da dettagli eleganti.
E ancora, stampe navajo e una cartella colori “tutti-frutti”.

Lascia una risposta

Captcha  –  Enter Security Code