EXPO vissuto da Addetto Stampa: Il Padiglione Thailandia

pubblicato in: 2015, Date, Events | 0

 

    
Il 13 Ottobre 2015 ho avuto la fortuna di vivere l’Expo come addetto stampa e quindi di avere qualche privilegio rispetto a chi l’avrebbe vissuto da semplice turista:
avere qualche info in più sul come e perché sono stati così costruiti i padiglioni, in che modo i paesi coinvolti hanno interpretato il mood d’origene dell’expo
e perché no in alcuni casi saltare anche le lunghissime file.
“Nutrire e deliziare il Mondo” è il concetto chiave del Padiglione della Thailandia, poiché la Thailandia possiede “L’Eldorado” del cibo,
una forte identità storica, sociale, culturale, nelle tradizioni così come nello stile di vita.
“Nutrire e deliziare il Mondo”: il concept del padiglione thailandese è pensato per mettere in luce una gestione efficace per ridurre la scarsità di cibo nel pianeta ,
e inoltre per evidenziare la maniera per produrre il miglior sistema agricolo mantenendo una forte cultura e un’identità gastronomica,
spingendo le innovazioni per produrre e sostenere la qualità del cibo ed essere la sorgente produttiva per creare “la cucina del pianeta” e “la felicità della popolazione mondiale”.
Inoltre nel Padiglione Thailandese si trovano questi sotto-temi:
1) “SAPORI: lo stile del gusto thai”
Il cibo thai riflette profondamente lo stile di vita thailandese, il pensiero, lo spirito, la cultura del cibo, specialmente nella capacità della saggezza popolare thailandese di selezionare meticolosamente quali frutti preziosi trarre dalla “Terra dell’Abbondanza” per creare numerose e varie ricette dalle diverse regioni del Paese.
2)”TRADIZIONI: le radici delle qualità”
Il cibo per il mondo dalla Terra dell’abbondanza insieme alla saggezza degli antenati e alla creatività e alle tecniche per adattare le diverse ricette, l’innovazione per trasformare,
per preservare o conservare il cibo in confezioni moderne per mantenere la qualità e il sapore.
Questa cultura del cibo thai riflette lo stile di vita, il pensiero, l’anima e il cuore della Thailandia.
Questo è uno dei valori che la Thailandia vorrebbe promuovere: un gusto pieno e valore nutritivo – “la ricetta per la salute”.
3) “ INNOVAZIONI tempestive: servire un sogno”
La carenza di cibo sia come qualità che quantità è la minaccia che spaventa il Mondo.
Tutti sono responsabili nel trovare delle soluzioni per creare questa sostenibilità per proteggere il pianeta ed avere la migliore qualità di vita,
questo pensiero racchiude tutti i sogni per aiutare ad alleviare la fame delle genti.
4) “SOSTENIBILITÀ, l’equilibrio della vita”
I cambiamenti del pianeta e il riscaldamento globale hanno un impatto diretto sulla produzione mondiale del cibo,
la carenza di cibo è il problema principale che la popolazione deve affrontare e influenza il modo di vivere e di conseguenza la salute delle persone.
Il Re Rama IX è stato lodato come “Re dell’agricoltura” poiché ha dato un concreto impulso a diversi progetti volti ad aiutare l’agricoltura del Paese.
Egli stesso ha intrapreso il concetto di autosufficienza economica che potrebbe aiutare ad equilibrare lo stile di vita.
Infatti una parte del padiglione è dedicata a ricordare tutto quello che ha fatto il re per questo paese.
Nel progetto del padiglione però si è dato un’enorme importanza all’architettura poiché è il primo richiamo per il pubblico;
infatti il progetto del Padiglione Thai riflette nei suoi concetti chiave l’essenza dello spirito thai unito all’ innovazione e alla tecnologia, per presentare il tema di “Nutrire e Deliziare il pianeta”.
La Thailandia per far comprendere e conoscere a tutti i paesi “la thainess” ha messo al centro il cibo thai come parte essenziale della sua cultura.
I punti chiave di questa architettura sono:
1) Il cibo
– Agricoltura, le piantagioni di riso fiore all’occhiello del Paese
– Acqua: fattore chiave per l’agricoltura
-Produttori alimentari : agricoltori, proprietari di piantagioni e commercianti
2) Thainess
-Stile di vita: le caratteristiche dello stile di vita thai: per esempio i mercati galleggianti, i mercati all’aperto ,
i “temple fair” cioè i festival del cibo della fiera del Tempio, incluse tradizioni, culture e credo che si riflettono in diversi tipi di cerimonia
– Identità: la posizione geografica del Paese situato nella zona tropicale e il clima della Thailandia
-Saggezza popolare: la conoscenza e la comprensione dei materiali naturali per impiegarli in molti oggetti e utensili, come il bamboo, il rattan, messi insieme per creare nuovi prodotti
Il design del Padiglione Thai comprende tre concetti principali:
  • l’ispirazione del Ngob – il simbolo dell’agricoltura – l’identità e la saggenza popolare thai. Il Ngob è il simbolo rappresentativo dei produttori di cibo siano essi agricoltori o coltivatori. L’eredità di questa saggezza popolare è stata trasferita di generazione in generazione ed è ancora viva oggi. Nessun altro Paese possiede questa identità culturale .
  • l’ispirazione del Naga – simbolo del credo. “Naga” è la rappresentazione dell’acqua che la popolazione thai utilizza in diversi riti, in particolare l’acqua o il Naga simboleggiano cambiamenti positivi poiché rappresentano l’abbondanza delle colture.
  • l’ispirazione della Pagoda – simbolo della Fede. Lo stile tradizionale dell’architettura thailandese ha motivi molto dettagliati , per quanto il design del padiglione thai non rifletta in modo particolareggiato questi dettagli, tuttavia mantiene la visione simbolica del design thai.

Lascia una risposta

AlphaOmega Captcha Artistica  –  Name the Artist